Itinerari settimanali
Le nostre innumerevoli proposte settimanali

SETTIMANA ALLA SCOPERTA DELLE ISOLE DALMATE (CROAZIA): Trogir-Hvar-Korcula-Lastovo-Vis

  SCARICA IL PROGRAMMA (PDF)

Difficoltà: media con navigazione costiera e d’altura.

Partenza: Sabato, con imbarco nella tarda mattinata o primo pomeriggio.

Durata: 7 giorni e 6 notti, da Sabato a Venerdì sera/Sabato mattina.

Imbarco/Sbarco: Trogir  o porti limitrofi (Spalato).

Imbarcazione: sloop di 11-14 mt. Cabine doppie con bagni a bordo.

Partecipanti: barche da 4-6-8 persone.

Accompagnatore/Istruttore è il comandante dell’imbarcazione, coordina le attività di cucina e la pulizia degli spazi comuni. Conosce bene lo specchio di mare, le baie i porti ed è il responsabile della conduzione della barca: per motivi di sicurezza, le sue decisioni relative alla navigazione sono insindacabili.

Per motivi di sicurezza, le sue decisioni relative alla navigazione e le variazioni al programma sono insindacabili.

Quota individuale: da richiedere per mail o telefono, più quota associativa di € 20,00 con copertura assicurativa.

Per i bambini fino a 12 anni sconto del 30%.

Comprende: sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender, pulizia finale, assicurazione sanitaria e bagaglio.

Non comprende: viaggio fino al luogo d’imbarco e quanto non indicato alla voce “Comprende”. Per cambusa, carburante e marina cassa comune di circa € 20-30 per persona al giorno.

SETTIMANA ALLA SCOPERTA DELLE ISOLE DALMATE (CROAZIA)

Trogir-Hvar-Korcula-Lastovo-Vis

Una divertente e rilassante esperienza in barca a vela dedicata a tutti gli associati di SmartSailing! Conosceremo nuovi amici e navigheremo fra le belle coste delle Isole Dalmate: Trogir-Hvar-Korcula-Lastovo-Vis

 

Ogni giorno faremo tappe nuove e soste nelle baie per i bagni, bellissime veleggiate e la sera andremo ad ormeggiare in porti sicuri, in piccoli moli di pescatori, campi boe o in rada all’ancora.

Si puo’ scendere tutte le sere a terra a visitare le isole e la sua natura, luoghi di interesse storico culturale e se desiderate a cena fuori in piena autonomia.

Ci sono quindi tante attività che si possono fare in questa intensa settimana come ad esempio imparare a manovrare una barca vela, permetterà a tutti i componenti dell’equipaggio di mettere in pratica le nozioni che l’Accompagnatore/Istruttore di SmartSailing darà durante la navigazione, quale elemento essenziale e scopo primario di SmartSailing, il nuoto e lo snorkeling nelle baie, le escursioni a terra a piedi di tipo naturalistico e storico culturale, in bici o scooter per esplorare velocemente le isole anche in montagna e tante altre cose.

Per chi ama prendere il sole, leggere un buon libro e fare il bagno nessun problema……

Programma

Sabato prima di lasciare gli ormeggi, faremo un briefing sull’itinerario, le dotazioni di bordo e di sicurezza, l’assegnazione di ruoli per le manovre anche in base a chi ha già esperienza o meno.

Partiremo subito per trasferirci per la nostra prima meta che è la “Laguna Blu” della famosa baia di Krknjas dell’Isola di Drvenik Veli, e da qui veleggeremo verso la baia di Necujam nell’Isola di Solta.

Domenica mattina salpiamo in direzione dell’isola di Hvar, circa 20 miglia da coprire. Andremo ad ormeggiare all’ancora sul lato ovest nella baia di Vinogradisce.

La sera si puo’ scendere alla Palmizana per cena dal famoso Meneghello o Zori, vi è anche la possibilità di ormeggiare all’interno del bellissimo Aci Marina Palmizana e andare in taxi boat in città a Hvar nel pieno della movida e meta del jet set mondiale tra yacht da sogno e mille locali illuminati.

Lunedì partiremo in prima mattina per il nostro tour in barca a vela, dopo colazione e un bel bagno in una delle favolose baie delle isole Pakleni, un dedalo di isolette in Adriatico unico al mondo, la bellezza del mare e della natura qui è straordinaria.

Alziamo le vele e iniziamo a traversare l’isola di Hvar, con le brezze di ricaduta ci dirigiamo verso l’isola di Scedro, le miglia da fare sono 14 circa.

Essa è un’isola al largo della costa meridionale di Hvar, un parco naturale incontaminato con diverse calette, offre un fascino particolare per la sua tranquillità, i profumi inebrianti della natura e acque cristalline, su quest’isola d’estate vivono circa 30 persone in inverno e circa 15, non vi è ne acqua ne elettricità.

Ci fermiamo solo nella baia di Porat a Lovisce per molteplici bagni e fare del trekking fino alle coste sud o rilassarsi a bordo. Qui trascorriamo la notte.

Martedì continuiamo il nostro viaggio in barca a vela abbiamo ancora 20 miglia da fare in entusiasmanti veleggiate passando per l’arcipelago di Peljesac e Loviste, entriamo nel canale di Korcula per raggiungere prima di pranzo l’omonima città veneziana, patria di Marco Polo.

Questa tappa sarà ricca di storia, arte e cultura, infatti Korcula è rimasta intatta nei secoli e oggi Patrimonio Unesco, un posto da non perdere sicuramente, passeremo il pomeriggo, la serata e la notte qui.

Mercoledì lasciamo un po’ a malincuore Korcula e facciamo rotta verso l’isola di Lastovo, tra un bordo ed un altro dopo un paio d’ore incontriamo le isolette Lagostine : Stomorina, Krucica, Cesvinica e Saplun.

Scegliamo un ancoraggio solitario e spettacolare in queste acque turchesi, qui i fondali sono veramente straordinari, facciamo sosta per preparare il pranzo e fare una bella nuotata.

Nel pomeriggio proseguiamo costeggiando Lagosta al traverso di Lucica, Zaklopatica che è un piccolo porticciolo con numerosi ristorantini tra cui uno famoso che consigliamo, si chiama Augusta Insula, ci infiliamo tra Prebza e l’isola di Mrcara che è una riserva di caccia.

Ci inoltriamo a motore tra queste falesie straordinarie e particolari nella sua forma, con una vegetazione fatta di pini che arrivano fino in acqua, a Veli Lago ancoriamo in una baia bellissima a ridosso di un bunker militare abbandonato.

L’isola di Lastovo con le sue isole minori tra cui Kopiste e Susac sono parco nazionale protetto da Ottobre 2006. Ne approfittiamo subito per un tuffo, qui il fondale è sabbioso, circa 10/15 metri, cosi’ trasparenti che la barca sembra sospesa nel vuoto.

Passiamo qui la serata, cè un bellissimo paesaggio e passeggio da fare, passeremo qui la notte alla fonda in questo vero paradiso naturale.

Giovedì mattina dopo colazione e un bagno ci prepariamo per la prima tappa di circa 18 miglia da fare per raggiungere la stupenda baia di Vela Luka nella parte Ovest dell’Isola di Korcula, e dopo un bel bagno, veleggeremo per altre  20 miglia per raggiungere Vis.

Abbiamo 3 ore circa di navigazione a vela per arrivare nella parte sud di Vis dove si trovano le isole di Greben, Ravnik e Budikovac dove cè una spiaggia spettacolare e un ancoraggio ottimo per la sosta.

Altri posti interessanti da visitare sono la baia di Rukavac e Stiniva. Nel tardo pomeriggio risaliamo l’isola sul lato est per passare davanti al bellissimo faro di Stoncika ed entrare nella grande baia di Vis.

Possiamo scegliere se rimanere alla fonda oppure ormeggiare sia nel marina di Kut “ Cantone ” che si trona sulla sinistra oppure all’ormeggio in porto in centro città.

Per la sera se vi lasciate guidare andremo a cena in un posto quotato come la migliore griglia della Croazia chiamato “Pojoda” che in croato significa porto sicuro, dopocena una meravigliosa passeggiata tra Marina Kut e Vis Town.

Venerdì molliamo gli ormeggi di buon mattino e ci trasferiamo nella baia di Stoncika, verso le 09:00 quando il sole è abbastanza alto esso illumina tutta la baia e i suoi fondali che sono un vero spettacolo.

Verso le 10:00 tracciamo la rotta per l’isola di Solta, abbiamo circa 18 miglia da coprire, alziamo le vele sperando in un buon vento di maestrale che ci porterà a destinazione, contiamo di arrivare per le 13:00 nei pressi delle isolette a nord ovest che si chiamano Balkun, Saskinja e Stipanska dove in genere ci fermiamo per la nostra sosta pranzo e bagno.

Questa zona è molto ambita dai diportisti, di fronte abbiamo l’isola di Solta e il paesino di Maslinica con il castello Martinis Marchi e il marina nuovo da poco completato, un vero gioiello per il diporto della Croazia, per non parlare poi della natura e dei fondali che sono particolarmente belli, le isolette invitanti per un atterraggio e una nuotata intorno.

Nel tardo pomeriggio ci prepariamo a rientrare alla base, alziamo ancora le vele, qui il maestrale prende velocità e sarà quindi una veleggiata entusiasmante ed impegnativa, continuiamo verso l’isola di Ciovo e il canale di Trogir.

Le barche in questa direzione sono tantissime, facciamo degli ingaggi come fosse una regata, rientriamo alla base entro le ore 18:00.

Ne approfittiamo questa sera per visitare la città di Trogir, oggi Patrimonio Unesco, e stare ancora un po’ insieme per una cena equipaggio in uno dei locali tipici del centro storico.

Il sabato mattina ci si alza,  si può fare colazione in barca oppure andare tutti insieme al bar del porto, e perché no fare un brindisi di arrivederci fino alla prossima esperienza con SmartSailing….

 

ASD SmartSailing ha avvicinato ancora nuove persone alla vela, fondamentale principio e scopo primario da perseguire.

 

La valigia perfetta in barca:

minimale, morbida e facilmente stivabile.

Portiamo, quindi, il minimo necessario evitando le valige rigide o i trolley. Meglio optare per un borsone morbido facilmente ripiegabile. Non scordiamoci un buon libro e la macchinetta fotografica.

Abbigliamento: l’ideale per affrontare una vacanza in barca a vela è l’abbigliamento sportivo, comodo e confortevole. Di giorno pantaloncini corti e magliette sono tutto ciò che ci serve per affrontare una navigazione in una bella giornata di sole. Non dimentichiamoci però, che anche in estate la sera può essere fresca e umida per cui portiamoci una felpa, pantaloni lunghi, un foulard ed un giubbino impermeabile per proteggersi dal vento. D’obbligo il costume da bagno!

Calzature: ricordiamoci che in navigazione e durante le manovre è buona regola indossare sempre un paio di scarpe, meglio se a suola chiara tipo Superga, quella nera lascia brutte strisciate difficili da pulire. E’ sempre buona norma avere due paia di scarpe in modo da tenerne un paio esclusivamente per la barca e uno per quando si scende a terra. Sandali e scarpe da ginnastica sono le calzature più adatte.

Accessori: sono indispensabili un cappellino, degli occhiali da sole a lente scura possibilmente polarizzanti, una buona crema solare ad alto fattore di protezione, un doposole, stick per le labbra. Per ricaricare il cellulare sulla barca può essere utile l’adattatore per auto.

Biancheria: non dimentichiamoci un telo da mare, uno o due asciugamani da bagno e l’accappatoio. A bordo sono disponibili cuscini e coperte e, su alcune barche a pagamento, è possibile avere anche lenzuola e federe. Comunque consigliamo di portarsi federa e lenzuola o sacco a pelo.

Medicinali: in ogni barca esiste in dotazione una cassetta di pronto soccorso con lo stretto necessario.