Itinerari Weekend
Le nostre innumerevoli proposte per il fine settimana

CROAZIA: ISTRIA: UMAG-ROVIGNO-CITTANOVA IN BARCA A VELA – PONTE DELL'IMMACOLATA

  SCARICA IL PDF

 

Difficoltà:facile.

Partenza:08/12/2016.

Durata: 4 giorni e 3 notti, da Giovedì mattina a Domenica sera.

Imbarco/Sbarco: Monfalcone (TS)

Imbarcazione: sloop di 11-14 mt. Cabine doppie con bagni a bordo.

Partecipanti: barche da 4-6-8 persone.
Accompagnatore: l’istruttore è il comandante dell’imbarcazione, coordina le attività di cucina e la pulizia degli spazi comuni. Conosce bene lo specchio di mare, le baie i porti ed è il responsabile della conduzione della barca: per motivi di sicurezza, le sue decisioni relative alla navigazione sono insindacabili.

Quota individuale: da richiedere alla Associazione, più quota associativa per il 2016/2017 di € 20,00.

Per i bambini fino a 12 anni sconto del 30%.

Comprende: sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender, pulizia finale, assicurazione sanitaria e bagaglio.

Non comprende: viaggio fino al luogo d’imbarco e quanto non indicato alla voce “Comprende”. Per cambusa, carburante e marina cassa comune di circa € 20-30 per persona al giorno.

 

Contro il mal di mare

In generale la navigazione è tranquilla e soffrire il mal di mare è un evento eccezionale al quale sono soggetti soprattutto persone che hanno forti allergie respiratorie o che soffrono molto l’auto. In ogni caso, dopo un giorno o due anche queste persone si abituano alla nuova situazione e il malessere cessa. Per esperienza ci sentiamo di consigliare una serie di regole da seguire per prevenirlo:
a) evitare di abbuffarsi. E’ buona abitudine in barca mangiare poco ma spesso e preferire i cibi salati come salatini, acciughe, patatine, sottoli, sottaceti, salamini, cracker e ciò che possa essere utile ad uno spuntino a metà mattinata o come aperitivo prima dello spaghetto al profumo di mare;
b) coprirsi bene: il freddo è una delle cause scatenanti del mal di mare;
c) rimanere sopra coperta. La barca a vela non è come il traghetto: una cosa fondamentale è rimanere all’aria aperta. Sottocoperta o al chiuso il corpo perde l’orientamento e può soffrire maggiormente, capita quindi che in traghetto o in nave molte persone possano avere dei malesseri che in barca a vela non hanno perché rimangono fuori per tutto il tempo. In commercio esistono numerosi farmaci per curare/prevenire le nausee: cerotti, braccialetti e pastiglie sono facilmente reperibili in qualsiasi farmacia e possono essere utilizzati all’occorrenza. L’unica controindicazione è un po’ di sonnolenza.

Una divertente e rilassante esperienza in barca a vela dedicata a tutti gli associati di PianetaVela! Conosceremo nuovi amici e navigheremo fra le belle coste dell'Istria:  Parenzo e Isole Brioni, quale riserva di caccia ai tempi del Colonnello Tito; sono rimaste rimaste praticamente incontaminate

Programma

Monfalcone sarà il punto di ritrovo, con imbarco il Giovedì mattina alle ore 09.00, drink di benvenuto e sistemazione nelle cabine e poi tutti a far cambusa.

Si procede con un briefing di introduzione alla vacanza e familiarizzazione con le attrezzature e la strumentazione di bordo, per prendere confidenza con la barca e con il mare e partenza per Umago.

 

La navigazione di circa 25 MN permetterà a tutti i componenti dell’equipaggio di mettere in pratica le nozioni che l’Istruttore di PianetaVela darà durante la navigazione, quale elemento essenziale e scopo primario di PianetaVela.

 

Umago, la prima località che si incontra entrando in Istria da nord, conquista per il suo fascino e la ricchezza dell’offerta. Umago è una cittadina che con i suoi 45 km di costa e l’interessante entroterra, sintetizza le particolarità di tutta la regione, un’esperienza di scoperta alternativa del territorio mediterraneo.

Mentre l’istruttore si dedica a sbrigare tutte le pratiche doganali, gli associati Pianetavela potranno scendere a terra e dedicarsi ad apprezzare:

  • le mura della città di Umago parzialmente conservate con il ponte mobile del 10° secolo;

  • la chiesa di San Rocco del 16° secolo con il soffitto affrescato;

  • il Museo della città di Umago dove sono esposti i recipienti e gli antichi mestieri risalenti al periodo Romano;

  • le numerose mostre allestite nelle gallerie umaghesi tra cui la famosa Galleria Marin, situata all’interno delle mura cittadine.

 

Venerdì mattina si lascia il porto di Umago, e dopo circa 25 MN di navigazione ci prepariamo alla scoperta di Rovigno

Una volta ormeggiati in porto ci si  prepara al pranzo.

Dopodiché ci si dedica alla visita della stupenda Rovigno chiamata la St. Tropez dell'Istria per la sua vivacità, che è forse la più bella cittadina della costa con le sue ripide scalinate, le suggestive calli, le antiche case in pietra bianca e la cattedrale romanica di Santa Eufemia che sembra un pezzo di Venezia incastonato in un paesaggio di isole e coste coperte di rigogliosa vegetazione. Il campanile della cattedrale, replica esatta di quello della Basilica di San Marco a Venezia, ha nella sua cima la splendida statua in bronzo di Santa Eufemia, patrona di Rovigno. Da qui si può godere di una spettacolare vista panoramica sulla città e i dintorni.

Locali di tutti i generi, ristoranti, gallerie d’arte e artigiani intagliatori allieteranno la nostra passeggiata tra le calli di origine Veneziana.

Si potrà cenare a bordo o in una delle innumerevoli trattorie (Konoba) presenti a Rovigno.

 

Sabato mattina si lascia il porto di Rovigno, e dopo circa 18 MN di navigazione ci prepariamo alla scoperta di Novigrad (Cittanova) ,una delle più caratteristiche cittadine dell’Istria: un luogo ricco di patrimonio culturale e storico: tra le sue vie affascinanti infatti si possono trovare le ville di campagna dell’antichità, le solide mura che ancora oggi circondano alcune parti della città e numerose chiesette e palazzi che abbelliscono le piazze, richiamando i tempi passati quando vescovi e nobili governavano la città.

Serata in darsena con successiva cena in uno dei Konoba (trattoria) consigliati dal Vs. istruttore. Visita della cittadina e rientro a bordo per trascorrere la notte.

 

La mattina della Domenica ci si sveglia con una buona colazione a bordo e ci si appresta a lasciare Cittanova per veleggiare verso Umago, dove ci ferma a sbrigare le pratiche doganali per poi ripartire alla volta di Monfalcone

 

Chiudiamo in bellezza con un brindisi di arrivederci.

 

 

ASD PianetaVela ha avvicinato ancora nuove persone alla vela, fondamentale principio e scopo primario da perseguire.

 

 

La valigia perfetta in barca:
minimale, morbida e facilmente stivabile.

Portiamo, quindi, il minimo necessario evitando le valige rigide o i trolley impossibili da stivare. Meglio optare per un borsone morbido facilmente ripiegabile da poter riporre nei gavoni. Non scordiamoci un buon libro e la macchinetta fotografica per imprimere i migliori momenti della vacanza!

Abbigliamento: l’ideale per affrontare una vacanza in barca a vela è l’abbigliamento sportivo, comodo e confortevole che ci permetta di rimanere a nostro agio in ogni momento della giornata. Di giorno pantaloncini corti e magliette sono tutto ciò che ci serve per affrontare una navigazione in una bella giornata di sole. Non dimentichiamoci però, che anche in estate la sera può essere fresca e umida per cui portiamoci una felpa, pantaloni lunghi, un foulard ed un giubbino impermeabile per proteggersi dal vento. D’obbligo il costume da bagno!

Calzature: ricordiamoci che in navigazione e durante le manovre è buona regola indossare sempre un paio di scarpe, meglio se a suola chiara tipo Superga, quella nera lascia brutte strisciate difficili da pulire. Questo piccolo accorgimento ci eviterà di scivolare e salverà i nostri piedi dalle numerose attrezzature sempre in agguato sulla coperta umida. E’ sempre buona norma avere due paia di scarpe in modo da tenerne un paio esclusivamente per la barca e uno per quando si scende a terra. Sandali e scarpe da ginnastica sono le calzature più adatte.

Accessori:  per proteggersi dal sole sono indispensabili un cappellino, degli occhiali da sole a lente scura possibilmente polarizzanti e con cimetta di sicurezza, una buona crema solare ad alto fattore di protezione, un doposole, stick per le labbra, shampoo e bagnoschiuma biodegradabile. Per ricaricare il cellulare sulla barca può essere utile l’adattatore per auto.

Biancheria: non dimentichiamoci un telo da mare, uno o due asciugamani da bagno e l’accappatoio per l’igiene personale. A bordo sono disponibili cuscini e coperte e, su alcune barche a pagamento, è possibile avere anche lenzuola e federe. Comunque consigliamo di portarsi federa e lenzuola o sacco a pelo. Quest’ultimo può essere utile se deciderete di dormire una notte fuori sotto le stelle. 

Medicinali: in ogni barca esiste in dotazione una cassetta di pronto soccorso con lo stretto necessario. Se si pensa di soffrire il mal di mare portare con sé le pastiglie o gli appositi braccialetti acquistabili in farmacia.