Le nostre proposte

PONTE DEL 1 MAGGIO ALLA SCOPERTA DELL’ISTRIA (Pola-Isole Brioni-Premantura)

  SCARICA IL PROGRAMMA (PDF)

Difficoltà:facile.

Partenza: 01 Maggio, con imbarco la sera del 30 Aprile.

Durata: 3 giorni e 3 notti, da Giovedì sera a Domenica  nel tardo pomeriggio.

Imbarco/Sbarco: Pula (Istria) o porti limitrofi.

Imbarcazione: sloop di 10-14 mt. Cabine doppie con bagni a bordo.

Partecipanti: barche da 4-6-8 persone.

Accompagnatore/Istruttore in barca a vela è il comandante dell’imbarcazione, coordina le attività di cucina e la pulizia degli spazi comuni. Conosce bene lo specchio di mare, le baie i porti ed è il responsabile della conduzione della barca.

Per motivi di sicurezza, le sue decisioni relative alla navigazione e le variazioni al programma sono insindacabili.

Quota individuale: da richiedere per mail o telefono, più quota associativa di € 20,00 con copertura assicurativa per l’attività velica.

Per i bambini fino a 12 anni sconto del 30%.

Comprende: sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender, pulizia finale, assicurazione sanitaria e bagaglio.

Non comprende: posto barca in porto o gavitello, viaggio fino al luogo d’imbarco e quanto non indicato alla voce “Comprende”. Per cambusa, carburante e marina cassa comune di circa € 20-30 per persona al giorno.

 

ll Ponte del 01 Maggio vieni a veleggiare liberamente fra le belle coste dell'Istria: Pula e Isole Brioni, quale riserva di caccia ai tempi del Colonnello Tito; sono rimaste praticamente incontaminate, così come il Parco naturale di Premantura.

Navigheremo fra le belle coste dell'Istria: Pula e Isole Brioni, quale riserva di caccia ai tempi del Colonnello Tito; sono rimaste praticamente incontaminate, così come il Parco naturale di Premantura....

Programma

Pola sarà il punto di ritrovo, con imbarco il Giovedì sera, drink di benvenuto e sistemazione nelle cabine e poi tutti a far cambusa e a goderci la città di Pula.

 

Pola, una città affacciata sul mare che sorge sulla punta dell'Istria croata, è conosciuta per il suo porto riparato, le spiagge e le rovine romane. Popolata già in epoca preistorica, si trova in una posizione strategica e per questo è stata più volte occupata, distrutta e ricostruita. In particolare, l'amministrazione della città è passata in mano a Romani, Ostrogoti, Veneziani, e, durante la seconda guerra mondiale, alle Forze Alleate.

Ma, soprattutto, Pola possiede uno degli anfiteatri romani meglio conservati. L’Arena risale al I secolo d.C., e venne fatta erigere dall’imperatore Vespasiano. Oggi è il monumento simbolo della città di Pola.

Un altro luogo spettacolare da visitare in città, è l’acquario di Pola (Aquarium Pula), situato nella Fortezza di Verudella. L’acquario è un patrimonio culturale che ospita più di 200 specie protette di mare e di fiume, e al suo interno si svolgono molte attività educative.

Venerdì dopo pranzo introduzione alla vacanza e familiarizzazione con le attrezzature e la strumentazione di bordo, per prendere confidenza con la barca e con il mare e partenza per le Isole Brioni.

 

La navigazione di circa 6 MN permetterà a tutti i componenti dell’equipaggio di mettere in pratica le nozioni che l’Istruttore/Accompagantore di Smartsailing darà durante la navigazione, quale elemento essenziale e scopo primario di Smartsailing.

Le Isole Brioni, Parco Nazionale composto da 14 isolette, riserva di caccia ai tempi del Colonnello Tito, sono rimaste praticamente incontaminate. Raggiungere le Brioni è entusiasmante, percorrere il Fazanski Kanal con i suoi venti moderati e costanti, intravedendo in lontananza le isole è qualcosa, allo stesso tempo rilassante ed eccitante! Danno un senso di misterioso e non vedi l'ora di raggiungerle.

Qui troviamo la vera natura incontaminata, con cervi, daini, mufloni che vivono in pace come se non avessero mai avuto contatti con gli uomini. Si può fare un safari, e, in trenino, vedere da vicino gli animali in libertà, la maggior parte dei quali sono stati donati a Tito nei suoi viaggi all' estero. All’interno di questo safari c'e' anche un etnoparco, che rappresenta la tipica fattoria istriana, con le bestie autoctone, come i buoi, le pecore, il somaro e le capre. Le maggiori attrazioni sono il tempio di Venere, la chiesa di Santa Maria, la villa di Thomas Mann e quella di Joyce, la fortezza bizantina e la residenza estiva di Tito

La cena e la serata si trascorre in porto.

 

Sabato dopo pranzo, pronti a veleggiare verso Sud alla volta di Medulin.

Circumnavigheremo la punta Kamenjak (o Penisola di Premantura) che si trova sulla punta più meridionale dell'Istria. È lunga circa 30 chilometri e si compone di baie e spiagge che formano questa meraviglia naturale. La penisola stessa è costituita da Kamenjak superiore e inferiore e viene dichiarata come zona protetta.

Navigando lungo la punta Kamenjak sarete stupiti dalla natura incontaminata, dalle belle spiagge, dalla costa selvaggia e dall'acqua cristallina. Si potrebbe anche incontrare una foca mediterranea.

La punta Kamenjak ha 11 isole disabitate: Bodulas, Ceja, Trumbuja, Sekovec, Fenoliga, Levan, Levanic (piccolo Levan), Skoj di Permantura, Skoj di Pomer e Porer.

Pernotteremo nelle baia di Medulin e per chi vuole potrà scendere a terra per cenare in una delle tante tipiche osterie locali.

 

Domenica mattina torniamo a veleggiare verso Pula con circa 15 NM. La rotta diventata verso Nord ci farà costeggiare nuovamente le coste meravigliose del Parco di Premantura e, tempo permettendo, potremmo fermarci a fare bagnetti e spuntini.

 

Chiudiamo in bellezza con un brindisi di arrivederci.

Smartsailing ha avvicinato ancora nuove persone alla vela, fondamentale principio e scopo primario da perseguire.

 

 

PERCORSO TOUR

 

 

 

Contro il mal di mare

In generale la navigazione è tranquilla e soffrire il mal di mare è un evento eccezionale al quale sono soggetti soprattutto persone che hanno forti allergie respiratorie o che soffrono molto l’auto. In ogni caso, dopo un giorno o due anche queste persone si abituano alla nuova situazione e il malessere cessa. Per esperienza ci sentiamo di consigliare una serie di regole da seguire per prevenirlo:
a) evitare di abbuffarsi. E’ buona abitudine in barca mangiare poco ma spesso e preferire i cibi salati come salatini, acciughe, patatine, sottoli, sottaceti, salamini, cracker e ciò che possa essere utile ad uno spuntino a metà mattinata o come aperitivo prima dello spaghetto al profumo di mare;
b) coprirsi bene: il freddo è una delle cause scatenanti del mal di mare;
c) rimanere sopra coperta. La barca a vela non è come il traghetto: una cosa fondamentale è rimanere all’aria aperta. Sottocoperta o al chiuso il corpo perde l’orientamento e può soffrire maggiormente, capita quindi che in traghetto o in nave molte persone possano avere dei malesseri che in barca a vela non hanno perché rimangono fuori per tutto il tempo. In commercio esistono numerosi farmaci per curare/prevenire le nausee: cerotti, braccialetti e pastiglie sono facilmente reperibili in qualsiasi farmacia e possono essere utilizzati all’occorrenza. L’unica controindicazione è un po’ di sonnolenza.

La valigia perfetta in barca:
minimale, morbida e facilmente stivabile.

Portiamo, quindi, il minimo necessario evitando le valige rigide o i trolley impossibili da stivare. Meglio optare per un borsone morbido facilmente ripiegabile da poter riporre nei gavoni. Non scordiamoci un buon libro e la macchinetta fotografica per imprimere i migliori momenti della vacanza!

Abbigliamento: l’ideale per affrontare una vacanza in barca a vela è l’abbigliamento sportivo, comodo e confortevole che ci permetta di rimanere a nostro agio in ogni momento della giornata. Di giorno pantaloncini corti e magliette sono tutto ciò che ci serve per affrontare una navigazione in una bella giornata di sole. Non dimentichiamoci però, che anche in estate la sera può essere fresca e umida per cui portiamoci una felpa, pantaloni lunghi, un foulard ed un giubbino impermeabile per proteggersi dal vento. D’obbligo il costume da bagno!

Calzature: ricordiamoci che in navigazione e durante le manovre è buona regola indossare sempre un paio di scarpe, meglio se a suola chiara tipo Superga, quella nera lascia brutte strisciate difficili da pulire. Questo piccolo accorgimento ci eviterà di scivolare e salverà i nostri piedi dalle numerose attrezzature sempre in agguato sulla coperta umida. E’ sempre buona norma avere due paia di scarpe in modo da tenerne un paio esclusivamente per la barca e uno per quando si scende a terra. Sandali e scarpe da ginnastica sono le calzature più adatte.

Accessori:  per proteggersi dal sole sono indispensabili un cappellino, degli occhiali da sole a lente scura possibilmente polarizzanti e con cimetta di sicurezza, una buona crema solare ad alto fattore di protezione, un doposole, stick per le labbra, shampoo e bagnoschiuma biodegradabile. Per ricaricare il cellulare sulla barca può essere utile l’adattatore per auto.

Biancheria: non dimentichiamoci un telo da mare, uno o due asciugamani da bagno e l’accappatoio per l’igiene personale. A bordo sono disponibili cuscini e coperte e, su alcune barche a pagamento, è possibile avere anche lenzuola e federe. Comunque consigliamo di portarsi federa e lenzuola o sacco a pelo. Quest’ultimo può essere utile se deciderete di dormire una notte fuori sotto le stelle. 

Medicinali: in ogni barca esiste in dotazione una cassetta di pronto soccorso con lo stretto necessario. Se si pensa di soffrire il mal di mare portare con sé le pastiglie o gli appositi braccialetti acquistabili in farmacia.
 1
 2
 3
 4
 5
 6
 7
 8
 9
 10